Categoria: Per il sociale

Come posso migliorare la produttività? Un consiglio particolare

Ciò che differenzia un’azienda di successo ed una che vive della giornata non è il fatturato ma la produttività. Infatti le grandi aziende non sono diventate ricche solo aumentando il numero dei propri dipendenti ma soprattutto aumentando le capacità produttive di ogni singolo lavoratore. Infatti possiamo continuare ad assumere persone perchè aumentano le nostre commesse […]

Orlando Merenda: suicida a 18 anni a causa del bullismo

Caro Orlando, oggi qui tutti e tutte parlano di te, oggi tutti e tutte si indignano, si arrabbiano, annunciano battaglie e chiedono giustizia. La tua storia sembra proprio la fotocopia di tantissime altre storie, che, taciute e nascoste, hanno copioni identici, seppur con protagonisti differenti. Caro Orlando, oggi l’indignazione è tanta, ma mi chiedo dove […]

Mai più vittime del bullismo

Il 26 ottobre si è svolto a Rivoli, in provincia di Torino, il secondo Miky’s Day, una giornata dedicata a Michele Ruffino, una delle troppe vittime del bullismo. Maria Catambrone Raso, madre di Michele ha portato su Punto di Vista la propria testimonianza. Che paradosso che è la vita, che strazio sopravvivere al giorno, con […]

Una collana di libri contro le discriminazioni

Cristina Obber ha pubblicato tra gli altri: Primi baci (AF editore), Siria mon amour e L’altra parte di me (Piemme). Si occupa di formazione nelle scuole e nelle aziende su stereotipi di genere e violenza digitale. È presente su «Lettera Donna» di Elle e su «La 27esima ora» del Corriere della Sera. L’illustratrice del libero […]

Giù le mani dal mio cuore

Il progetto Frena il Bullo è tornato in Molise per continuare quel processo di sensibilizzazione verso le tematiche del bullismo e del cyberbullismo, Una grande partecipazione da parte dei ragazzi e delle associazioni locali che hanno voluto presenziare numerose all’evento che come ogni volta è stato la base per capire meglio questo fenomeno esploso negli […]

Gli adolescenti di oggi e i genitori troppo amici. Mentalizzare le relazioni non consente di dire no

Ergersi a “tecnici della sofferenza” è spesso il modus operandi, con cui il mondo adulto tenta di approcciare e/o risolvere i turbamenti degli adolescenti. Il bambino – adolescente non è un “secchio da riempire” con cose, oggetti, scuse, risposte, ma un essere umano che cerca di appropriarsi e di individuare il suo posto nel mondo. […]