Non è solo una questione di sicurezza

In parallelo allo sviluppo della legislazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro anche l’evoluzione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) progrediva di pari passo per rendere oltreché sicuri anche maggiormente funzionali questi particolari indumenti. Comodità, ergonomia e praticità (con un pizzico di gusto estetico) hanno permesso un evoluzione costante di questi fondamentali dispositivi e Seba Protezione è da anni leader nel settore.

 

L’Evoluzione della Normativa

L’Uomo, soprattutto in passato, ha sempre lavorato in condizioni disagiate e al limite della sopportazione, ledendo inesorabilmente la propria Salute.

Basti pensare alle mansioni svolte dall’Uomo nel passato: condizioni precarie, al limite del sopportabile, spesso accompagnate da infortuni gravi, che avrebbero portato molto probabilmente alla morte.

Ma all’inizio del XIX Secolo, con l’avvento del Capitalismo e della Grande Industria, in Italia e non solo, si è capito che dovevano essere migliorate queste condizioni: l’Uomo doveva essere messo al centro di questo “Progetto”.

Oltre a rendere più umane e dignitose le condizioni di lavoro, si cercò di tutelare e salvaguardare la salute del prestatore d’opera, prima introducendo il Regolamento Generale per la Prevenzione degli Infortuni (R.D. 18/06/1899 n°230) e successivamente istituendo l’Ispettorato del Lavoro (22/12/1912 n°1361) con le mansioni di vigilanza sulle applicazioni delle leggi del lavoro e studio delle problematiche dei prestatori di lavoro.

Durante il XX Secolo l’evoluzione delle normative e della tutela della sicurezza sul lavoro è crescita inesorabilmente: alcuni passaggi fondamentali sono stati prima l’introduzione dello Statuto dei Diritti dei Lavoratori sulla tutela della libertà e dignità dei prestatori d’opera (20/05/1970 n°300), e successivamente l’introduzione del D.Lgs. 626/1994.

Il D.Lgs del 626/1994 riguarda sia la Prevenzione Tecnologica, che un sistema di sicurezza che pone l’Uomo al centro della nuova organizzazione della sicurezza nelle aziende, dove vengono codificati i doveri giuridici dell’informazione, della formazione e della partecipazione attiva dei lavoratori alla sicurezza sul lavoro.

Altra innovazione importante fu l’introduzione della figura del Medico (con il compito di controllo periodico dalla salute dei lavoratori) e del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (per coinvolgere maggiormente i lavoratori sul tema della sicurezza e del rispetto delle regole)

Le linee guida del D.Lgs 626/1994 furono tracciate direttamente dall’Unione Europea e poi trasposte nell’ordinamento Nazionale.

Il più recente aggiornamento sulla tutela della Sicurezza sul lavoro e nello specifico sul miglioramento della tutela della salute dei lavoratori è il Il D.Lgs. 81/2008, introdotto per gestire la sicurezza nell’ambito lavorativo basato sulla prevenzione.

La prevenzione di cui si parla riguarda:

  • l’introduzione dei fattori e delle sorgenti di rischio e la propria riduzione
  • il controllo della prevenzione e l’elaborazione di una strategia aziendale comprendente tutti i fattori organizzativi
  • le responsabilità e le figure di rilievo riguardanti la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Molte migliorie sono state apportate alle normative, molto è stato fatto e molto dovrà ancora cambiare per far si di ridurre al minimo i rischi sul lavoro tutelando il lavoratore e la sua integrità fisica sul luogo di lavoro.

L’Evoluzione dei DPI

L’Uomo per poter lavorare in sicurezza deve (oltre ad essere tutelato dalle normative e dalla prevenzione/informazione) essere protetto fisicamente, utilizzando i giusti DPI che gli vengono messi a disposizione.

I DPI – dispositivi di protezione individuale – sono tutto ciò che tutelano la salute dell’Uomo durante lo svolgimento della sua mansione; questi DPI possono essere di svariati tipi e con diverse funzioni.

Per la protezione delle mani vi sono diverse tipologie di guanti legati a diversi fattori di rischi:

  1. Protezione Rischi Meccanici
  2. Protezione Elettricità Statica
  3. Protezione Rischi Chimici
  4. Protezione dal Calore
  5. Protezione Rischi Bio-Organismi
  6. Protezione Rischio Freddo
  7. Uso Alimentare
  8. Protezione Rischio da Taglio
  9. Impermeabile

Una piccola parentesi va aperta per l’aggiornamento della normativa EN 388 riguardante la Protezioni contro i Rischi Meccanici; oltre alla valutazione dei 4 rischi (Taglio, Abrasione, Strappo e Perforazione) è stato introdotto un altro valore: ISO Cut Test.

L’ISO Cut Test testa la resistenza ad una lama con forza variabile a distanza prefissata.

I valori vanno da A ad F, dove A è il grado più basso e riguarda i guanti monouso con resistenza limitata, mentre F è il grado maggiore e riguarda l’elevata esposizione dove viene richiesta una resistenza al taglio molto alta.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, con l’introduzione di nuovi materiali e tecnologie si è raggiunto un livello molto alto di resistenza, comfort e performabilità degli indumenti, mettendo l’operatore in condizioni tali da poter lavorare nelle condizioni migliori.

Ultime, ma non per importanza, sono le Calzature da lavoro e la loro evoluzione nel tempo; anche qui sono state introdotte svariate tipologie di protezione che riguardano ad esempio:

  1. Puntale Rinforzato in Composito o di Metallo per la protezione della punta.
  2. La soletta Antiforo, AntiCalore, Antistatica, in Gomma, Antiscivolo
  3. In tessuto Idrorepellente, in Vero Cuoio, Leggere, Senza Metallo e Resistente alle basse temperature.

Un’innovazione importante nel campo delle Calzature è l’introduzione dell’ESD:

l’ESD (acronimo di ElectroStatic Discharge) è una scarica di energia che passa da un corpo all’altro.

Le calzature ESD non sono le solite scarpe Antistatiche, ma sono elettricamente dissipative, ovvero scaricano costantemente al suolo l’elettricità statica accumulata dal corpo umano.

Questa Caratteristica è presente nelle nuove calzature da lavoro Dunlop, cui SEBA ha iniziato una collaborazione quest’anno con l’esclusiva per la distribuzione sul territorio Italiano, proprio durante i festeggiamenti del 50° Anno dalla Fondazione di SEBA Protezione S.r.l..

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *