lunedì, dicembre 11, 2017
Home > Agricoltura > L’importanza dell’Educazione in Agricoltura

L’importanza dell’Educazione in Agricoltura

A cura del Dott. Giuseppe Pisanelli – Presidente di CotraCoop

L’educazione ambientale cerca di promuovere esperienze che inducono i bambini ed i ragazzi a scoprire il mondo di cui sono parte, imparare a conoscere il territorio che li circonda ma, soprattutto, insegna loro comportamenti virtuosi rispettosi dell’ambiente.

In agricoltura, le buone pratiche spesso passano anche da semplici metodi naturali poco conosciuti e scarsamente applicati che, per la loro efficacia, meriterebbero una maggiore conoscenza e diffusione.

Per questo, comportamenti colturali errati, notoriamente, si ripercuotono non solo sull’ambiente ma anche sull’andamento produttivo delle coltivazioni.

I ragazzi, quali futuri consumatori, spesso hanno una conoscenza marginale delle caratteristiche organolettiche e nutrizionali dei prodotti coltivati , pertanto, occorre una migliore strategia di comunicazione e sensibilizzazione sull’utilizzo di tutti gli “ingredienti” fondamentali nella dieta mediterranea.

A Noha, frazione del comune di Galatina, in provincia di Lecce, nel cuore del Salento, il Consorzio di Cooperative Agricole e di Lavoro – soc. Coop. COTRACOOP è una organizzazione di produttori, specializzata nel settore olivicolo. Si tratta di un consorzio costituito da 2.059 soci produttori, distribuiti per la maggior parte nella Provincia di Lecce e in parte in quella di Barletta-Andria-Trani, con una produzione media annua di circa 2.000 tonnellate di olio.

Nell’ambito della misura “Iniziative di formazione e comunicazione” del programma Cotracoop, finanziato con il contributo della Unione Europea e dell’Italia ai sensi del Reg. UE 611/2014, è in corso un progetto triennale in cui si svolgono attività di didattica laboratoriale dedicata alle scuole (scuola primaria e secondaria di primo grado). Si tratta di attività didattiche esperienziali in cui l’aspetto ludico, quale principale metodologia utilizzata, permette di stimolare in maniera divertente l’apprendimento di argomenti scientifici. Il gruppo di lavoro è coordinato dallo Studio DECSA (www.studiodecsa.it) giovani esperti ambientali che hanno deciso di puntare sull’educazione e la comunicazione ambientale come opportunità di lavoro.

Il progetto, che prevede giornate di studio all’aperto, laboratori e prove dimostrative di assaggio di oli per i giovani consumatori, è finalizzato ad approfondire  le tematiche inerenti il paesaggio e l’olivo, il riciclo creativo degli scarti di potatura e le diverse fasi di produzione dell’olio di oliva, dalla raccolta al premitura nel frantoio.

Affrontare fin dai primi anni di scuola tematiche riguardanti l’Agricoltura con metodologie adeguate alle capacità di apprendimento e di interazione delle diverse fasce di età, significa fornire ai giovani uno strumento indispensabile per crescere attenti alla loro salute e a quella della Terra.